Ecco come migliorare i tuoi ritratti curando i particolari

Quando scatti fotografie a persone la cosa più importante per il fine ultimo della bellezza della foto è la posa.

Sapere come mettere in posa il soggetto o soggetti che stai fotografando come detto prima è una delle cose più importanti nella fotografia ritrattistica.

Una posa morbida e rilassata farà risaltare il soggetto, mentre una posa forzata  non ne farà risultare  i particolari.

Sfortunatamente ( per me invece è una fortuna, cosi si lascia il libero movimento del soggetto) non esistono regole  nell’ ambito della messa in posa, la cosa che puo’ aiutarti e stabilire un contatto confidenziale con il soggetto/i.

Un’ esempio sono i bambini. Mai fermi e non possibile metterli “in posa” come un soggetto adulto. Ti potrà essere utile l’ utilizzo di giochini che attraggano la loro attenzione quel tempo giusto che ti permette di scattare la foto. Sperimenta sempre entrambi i tagli sia verticale che orizzontale.

Altro fattore da curare è lo sguardo dei soggetti. Fai sempre in modo che si diriga nella direzione che  desideri. Il contatto visivo può essere uno strumento potente, ma non sempre il soggetto deve per forza guardare dritto in camera.In molti ritratti fortemente emotivi e dinamici, il soggetto sta guardando da un’ altra parte, magari in basso, o verso qualcosa appena fuori dall’ inquadratura. Fotografare di fronte il tuo soggetto può portare a un ritratto un pò piatto, quindi prova a posizionarlo a 45 gradi rispetto alla macchina, con la testa ruotata verso di te.

Coinvolgi il tuo soggetto nello scegliere una posa che sia idonea al suo muoversi naturale. Prima di fare gli scatti cerca di capire quello che vorresti ottenere dalle foto. E quando cominci guida con decisione i movimenti del soggetto, questo gli infonderà fiducia perchè capirà che tu sai cosa stai facendo e si “libererà” dalle tensioni assumendo pose più morbide e armoniose.

Fai sempre in modo che il tuo soggetto sia a suo agio. Fà si che la posa che intendi fargli assumere  lo faccia sentire libero di esprimersi con le sue espressioni naturali. Ascolta quando ha qualcosa da dirti, nei ritratti più che in ogni altra tipologia di foto la collaborazione è fondamentale.

Stabilire subito un canale  confidenziale renderà il tuo e suo lavoro meno faticoso, e sicuramente parlerà bene di te ai suoi colleghi 😉

Ricordati sempre che la maggior parte delle persone  non si sente a suo agio davanti alla fotocamera, e questo ne fà perdere di spontanietà. Nello Shooting più collabori col tuo soggetto e come detto prima più otterrai foto naturali..

Tieni sempre presente che i tuoi soggetti non possono sapere se sono seduti bene o se stanno guardando nel modo giusto, finche non sei tu a dirglielo.

Sei tu  il loro “specchio” attraverso le tue parole loro agiscono. Come fotografo devi dirigere tu lo Shooting, questo non vuol dire che devi essere autoritario e arrogante, ma piuttosto dovrai essere capace di ispirare i soggetti e dare loro una grande fiducia.

Fotografare ritratti non è cosa facile, è qualsiasi settaggio possa darti sarebbe del tutto soggettivo. Quello che potevo fare e dirti la mia esperienza (modesta e discutibile) in questo tipo di fotografia.

Non sono un maestro  ne un professionista, ma uno che ama la fotografia e si diverte a condividere le proprie esperienze con altri appassionati. I miei suggerimenti sono frutto di esperienze fotografiche mie.

Articoli che potrebbero interessarti :

Giovanni Morici

( le foto sono mie;))

Ecco come migliorare i tuoi ritratti curando i particolari ultima modifica: 2016-03-17T11:10:09+01:00 da DualMark