Distanza Iperfocale. Ecco cos’è !

Cos’è la distanza iperfocale ?Esiste, per ogni focale e per ogni diaframma, una distanza di messa a fuoco  che estende la profondità di campo  dall’infinito a una zona posta circa a metà della distanza di messa a fuoco.  

 Questa distanza, chiamata iperfocale, coincide anche con la massima estensione della profondità di campo possibile ad una data focale e per quel particolare diaframma scelto.
Chiaramente, più le focali sono corte, maggiore sarà la profondità di campo nitido ottenibile e più vicina sarà la distanza iperfocale.
Esistono 2 modi di descriverla secondo Wikipedia
1) “La lunghezza iperfocale è la più corta distanza a cui mettere a fuoco mantenendo gli oggetti più lontani (all’infinito) a una nitidezza accettabile.”
2) “La distanza iperfocale è la distanza oltre la quale tutti gli oggetti hanno una nitidezza accettabile, impostando la messa a fuoco all’infinito.”

Esiste anche una formula per calcolarla in maniera esatta la distanza iperfocale ed è questa :

H – è la distanza iperfocale
f  – è la lunghezza focale
N – è l’apertura
c  – è il limite del circolo di confusione.


Non sempre è possibile utilizzare la formula durante l’ uscita fotografica, quindi possiamo utilizzare un App, oppre un sito onlie

  • su cellulare  cerca “DOF” sul marke tplace del tuo smartphone;
  • su Internet c’è DOFmaster;

Nel caso tu non possa utilizzare nemmeno queste alternative, allora imposta cosi la fotocamera Impostare un’apertura di f/8 o f/11,  Scegliere una focale corta, Mettere a fuoco in un punto che si trova a circa un terzo dell’inquadratura, dal basso.

 tabelle prese dal web
Distanza Iperfocale. Ecco cos’è ! ultima modifica: 2015-08-18T08:46:00+02:00 da DualMark

Lascia un commento